CACE-UTAC Una proposta per l’organizzazione del vocabolario pittografico per computer e schede di comunicazione Unitat de Tècniques Augmentatives de Comunicació (UTAC)

Quest’opera è sotto licenza di Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Condividi Allo stesso modo 4.0 Licenza Internazionale.

I nostri ringraziamenti a Fàtima Vega, Claudia Serramià, Marc Coronas, Carme Rosell ed Emili Soro

Universitat de BarcelonaDepartament d’Educació i Departament de Treball, Afers Socials i Famílies de la Generalitat de Catalunya

per la formulazione di questo articolo e per la sua disponibilità a collaborare con ARASAAC


Introduzione al vocabolario CACE-UTAC

CACE è l’acronimo di Augmentative Communication and Environment Control. Con questo nome, nel 2007 è stato realizzato un progetto di ricerca guidato dall’Università di Barcellona e dall’Universitat Politècnica de Barcelona con una sovvenzione di IMSERSO.

L’Unitat de Tècniques Augmentatives de Comunicació UTAC, un servizio dell’Università di Barcellona in collaborazione con la Generalitat de Catalunya,ha sviluppato la “Proposta perl’organizzazione del vocabolario pittografico per computer e schede di comunicazione”,che è stata concretizzata in un comunicatore pittografico chiamato Comunicador CACE-UTAC.

Dalla proposta iniziale faremo aggiornamenti del vocabolario, nonché versioni adattate alle esigenze degli utenti e alle nuove risorse tecnologiche. Il comunicatore CACE-UTAC è un vocabolario centrale che cresce con i progressi nella comunicazione con l’utente.

Obiettivi del progetto

Gli obiettivi del progetto CACE-UTAC sono specificati in

  • Fornire una base di vocabolario, liberamente accessibile,per gli utenti di sistemi pittografici.
  • Fornire un vocabolario che migliori lo sviluppo del linguaggio oltre a promuovere la comunicazione quotidiana.
  • Offri un lessico ampio che faciliti la personalizzazione necessaria. Professionisti e familiari selezionano il vocabolario appropriato in base alla persona e al contesto.
  • Organizzare un prodotto di supporto alla comunicazione strutturato in categorie secondo parametri semantici e sintattici.
  • Facilitare che i prodotti di supporto per la comunicazione di alta e bassa tecnologia dello stesso utente abbiano contenuti identici.

Poster e lista vocabolario CACE-UTAC

Per maggiori informazioni sullo sviluppo iniziale del vocabolario
potete consultare il poster
che è stato presentato al Congresso Internazionale dell’ISAAC 2010,a Barcellona:

Vedi i pittogrammi CACE-UTAC sul sito web ARASAAC

Selezione del vocabolario CACE-UTAC

Per quanto riguarda la selezione e l’adattamento del vocabolario, vengono proposti i seguenti criteri:

  • Approccio evolutivo:vocabolario adatto all’età.
  • Approccio ecologico:vocabolario necessario in base al contesto.
  • Personalizzazione basata sugli interessi e sulla realtà dell’utente. Alcune delle categorie che richiedono una maggiore personalizzazione, aggiungendo vocabolario fin dall’inizio, sono: persone (parenti, colleghi, professionisti …), luoghi (luoghi in cui di solito vai e non sono inclusi nel vocabolario predefinito), giochi e sport (giocattoli o giochi che sono di interesse per l’utente). La personalizzazione del vocabolario può essere un elemento chiave per il successo di qualsiasi sistema di comunicazione aumentativa.

  • Comunicazione funzionale:espressione di richieste, ma anche altre funzioni comunicative come chiedere, spiegare, confutare, scherzare, nuancing, ecc.
  • Sviluppo linguistico:diversità lessicale, estensione delle affermazioni, ecc.

  • Selezione di pittogrammi più simbolici: scegli pittogrammi con persone “stick” (schematiche) piuttosto che pittogrammi più concreti e dettagliati.

  • Selezione di pittogrammi incolori: a meno che il colore non sia qualcosa di caratteristico dell’oggetto (ad esempio un limone), può essere interessante scegliere pittogrammi incolori.

Versioni del CACE-UTAC in diversi supporti

Per facilitare il lavoro di famiglie e professionisti, sono state costruite diverse versioni del vocabolario CACE-UTAC,sia per la stampa su carta che per l’uso in comunicatori elettronici.

Le versioni che non richiedono software di comunicazione aumentativa commerciale sono costruite con simboli ARASAAC.

Il VOCABOLARIO CACE-UTAC 20 categorie è sviluppato per Microsoft Word (con griglie di 7×10 e 5×7),

Le versioni con i pittogrammi di ARASAAC per questo elaboratore di testi possono essere scaricate da questi link dell’UTAC:

Successivamente, è stato fatto un adattamento del vocabolario CACE-UTAC unendo alcune delle categorie proposte nella versione iniziale. Questo adattamento ha generato una nuova proposta di vocabolario organizzata in 15 categorie.

Sono inoltre disponibili diverse versioni per Grid 3,per LetMeTalk,per Snap Core First (con griglie di 6×4, 5×4 e 4×4), Plaphoons e Boardmaker.

Tutte queste versioni possono essere trovate cliccando sulla seguente immagine dell’Unitat de Tècniques Augmentatives de Comunicació (UTAC).